francocilenti

Archive for aprile 2012|Monthly archive page

L’ordine del Fondo Monetario Internazionale (la direzione strategica delle bande ai governi occidentali) ci deve allarmare o no?

In Senza categoria on aprile 26, 2012 at 5:47 pm

Una morte lenta e senza cure palliative

Vivere l’oggi è un’impresa, anche se hai una professione, delle competenze e tanta esperienza. Ti senti estraneo al crudo quotidiano che ti emargina nel cercare, nel relazionare, ti rende sempre più acritico nei pensieri e nelle parole che provi a pronunciare negli atti che ti ritrovi a compiere, comunque. Noi in sanità lavoriamo per la salute di chi è obbligato a relazionare con noi.

Lavoriamo ancora convinti di stare in un sistema pubblico da tenere in vita per i capelli per non lasciarlo affondare, nonostante ci si senta oggetti impotenti, alla mercé di decisioni di estranei, di stranieri che ci hanno invaso e dettano le loro regole senza contemplare la tua presenza come persona.

 

In questi veloci anni di grandi incertezze, che c’impongono di guardare a dove mettiamo i piedi per non pestare cacche di soggetti che volano sopra la nostra vita, sono le nostre azioni che ci consentono di restare ancorati al principio di realtà. Una realtà che però non è la sola a calcare il palcoscenico della vita lavorativa e sociale. C’è la realtà di non ha un lavoro “garantito” e di chi un lavoro non ce l’ha proprio, ed è vissuta guardando la nostra come un mondo a parte.

Questa è una delle cacche citate prima e forse la più puzzolente perché ha segnato un solco profondo dentro il quale è rovinosamente caduta la solidarietà dei simili, e le prospettive sono divaricanti.

Noi “garantiti” conosciamo le azioni della vita quotidiana di un giovane senza lavoro o di un ex lavoratore? La risposta non riguarda i nostri parenti stretti comunque “coperti” dalla nostra presenza, riguarda quella realtà, a noi estranea e che i comunicatori di carta e d’immagini, ci erudisce contro gli “altri” in quella pianificata tragica opera della guerra tra i poveri.

 

Come fare per far incontrare noi indigeni dal lavoro “garantito”con i migranti della precarietà? Forse, anzi sicuramente, bisogna ripartire da quello che rimane delle fondamenta della nostra condizione di classe sociale, per intenderci quella che vive, guadagna e risparmia del proprio lavoro materiale.

Bisogna ricominciare a pensare insieme dietro al palcoscenico che i media c’impongono, leggendo il copione della nostra giornata quotidiana, per ricostruire un senso comune e una visione di resistenza quotidiana a iniziare dai nostri atti in famiglia, sul lavoro e ovunque ci troviamo a camminare, per costruire e ricostruire giorno dopo giorno la nostra identità di persone, la nostra autostima basata sui principi della dignità personale, l’unica genitrice di diritti e di doveri, e di solidarietà verso i nostri simili, presunti diversi da noi.

 

Ci dobbiamo ricostruire, ripulendoci dal qualunquismo che ci hanno spruzzato addosso da oltre vent’anni, insegnandoci l’antipolitica per farla loro, indisturbati ma chiedendoci comunque di fare il tifo al momento del voto, L’antipolitica è un virus, è patologia sociale portatrice di mostri potenti e allo stesso tempo persone insulse, vedi il fascismo del ventennio e il periodo berlusconiano, che trasforma i cittadini in sudditi da manipolare secondo le convenienze.

E’ una malattia psicologica che si chiama qualunquismo e l’unico spazio che ti offre come rifugio è la fede, quella religiosa come quella calcistica, quella dello show televisivo come quella delle cattedrali del consumismo.

 

Nel frattempo ci propongono un olocausto graduale, una “morte lenta”.

L’11 aprile ultimo scorso, il Fondo Monetario Internazionale (la direzione strategica delle bande ai governi occidentali) ha affermato l’economia mondiale sarebbe vicina al coma se nei prossimi decenni non si verifica la morte “naturale” ma spintonata dalle politiche monetarie di milioni di anziani nell’Occidente sviluppato, causa la loro longevità troppo costosa per le casse degli Stati.

Capito?

Questi signori in doppiopetto vogliono ammazzarci dopo i 60 anni e dopo oltre 40 anni di lavoro, per arricchirli. Delinquenti della peggiore specie!

Quindi, basta con le prestazioni sociali, pensioni, sanità, servizi sociali garantiti, alimentazione troppo genuina, che producono solo l’allungamento della vita nell’occidente, prendiamo esempio dagli USA, dove gli anziani, i disabili, i malati cronici, i poveri e i diseredati sono lasciati alla selezione naturale, come nella giungla. Fatta eccezione per i bambini che costituiscono la futura forza da sfruttare nel lavoro e nelle guerre di dominio e per le donne chiuse in casa destinate alla riproduzione della carne da macello.

Una sorta di olocausto graduale e universale, che secondo le loro intenzioni dovrebbe essere costruita da oggi per verificarsi intorno al 2050. Ovviamente, il nostro governo di tecnici e professori saputelli, ben sostenuti dai grassi e grossi PD-PDL, ha messo in pratica il suggerimento ancora prima che fosse ufficializzato l’ordine di sterminio della civiltà.

 

Un ordine di sterminio da ottemperare nella maniera più “naturale” possibile, e quale migliore esecuzione può essere attuata se non quella di accampare precostituite motivazioni come la crisi da affrontare con tagli alla spesa pubblica?

E’ ovvio che s’inizia dai luoghi dove si cura la gente, dentro i quali addirittura ci sono “comunisti” che fanno cultura di prevenzione e umanità assistenziale. Intanto ci sono i mezzi d’informazione a creare i presupposti del consenso e, peggio che vada, dello sterile mugugno contro la casta. Quindi, il gioco è fatto: meno servizi a disposizione (e dove ci sono li si inibisce gradualmente aumentandone i costi con ticket e il rifiuto con insopportabili liste d’attesa) e nel frattempo si crea più attrazione per la sanità privata, tramite finanziamenti e agevolazioni sugli accreditamenti, per sconfiggere la cultura del diritto alla salute uguale per tutti.

 

Un’altra mossa in questa direzione è stata la decennale manfrina sul federalismo fiscale della Lega e di Berlusconi, con l’appoggio del PD e dei suoi alleati, vedi Di Pietro, una telenovela politica e giornalistica che ha affascinato milioni di italiani creduloni. Un federalismo che ha incentivato tagli e storni di grandi quote destinate ai Servizi Sanitari Regionali che hanno reso la sanità spesso inaccessibile e inefficiente – in particolare nel Mezzogiorno e nelle regioni sottoposte a un “Piano di rientro” – da costringere gli italiani a mettere mano ai propri risparmi pur di riuscire a curarsi. Col risultato che ormai la fiducia nel sistema sanitario pubblico è così bassa da rincorrere sempre più spesso – per chi non si può permettere di accedere al privato di alta qualità – alle offerte del cosiddetto «low cost sanitario», in strutture che nascono come chioschi di bibite e panini in tutte le città. Torino ne è l’esempio.

L’Assolowcost stima in 10 miliardi di euro annui la spesa per la cura a basso costo, con una crescita del 25% annuo. E così si finisce per entrare in circuiti non virtuosi ma viziosi e si mette a rischio la propria salute.

Inoltre, a causa della difficoltà di accesso nel pubblico e nelle strutture private, spesso inadeguate ed escludenti verso le fasce povere della popolazione, i cittadini spesso ricorrono all’automedicazione.

 

Quindi aumenta la spesa privata per curarsi e cosa bisognerebbe fare, a detta dei sondaggi, spesso fasulli per costruire spazi di affari?

Pare che quelli che se lo possono ancora permettere, sarebbero disposti ad aderire a una mutua sanitaria integrativa per le spese odontoiatriche o per l’assistenza agli anziani. Ma, soprattutto vorrebbero che si eliminassero sprechi e corruzione per migliorare il servizio pubblico. Ben detto, ma tra il volere e il contribuire di persona a quest’obiettivo c’è il gap della delega, che danno con leggerezza e paura quando votano.

 

.Per noi di Lavoro e Salute è un’impresa, in questa frastagliata e precaria dimensione sociale, scrivere per raccontare il vissuto dei nostri passi come lavoratori, come cittadini prestati a un lavoro di cura, di relazioni propedeutiche alla salute. Prestati a chi, spesso se arte né parte, si arroga il compito di governarci. Il nostro impegno di lavoratori/giornalisti tenta di descrivere, un quadro economico, sociale e politico che pennella maldestramente la nostra vita. Ci sentiamo operatori di un bene comune, vitale, crediamo che l’informazione è come la salute, sono strettamente connessi nei racconti in itinere che da ventotto anni proponiamo ai nostri lettori. Gli stessi, cittadini e operatori, che poi debilitano il loro lavoro e la loro salute con voti a perdere.

franco cilenti

Annunci

Blog Racconti e Opinioni inserimenti aprile 2012

In Senza categoria on aprile 7, 2012 at 10:38 am

30- Mentre la legge in discussione al Senato langue, atto di coraggio civile di militanti animalisti contro la tortura degli animali

30- In Calabria una miscela esplosiva della quale politica e sindacati si stanno completamente disinteressando. Anche questo è razzismo!

30- Free lance e precari, sfruttati e maltrattati, “reggono” il baraccone patinato degli editori delle “grandi” firme

29- Questo governo illegale usura anche il significato di una parola sinonimo di evoluzione. E’ la dettatura dei professori

29­- Visita dei giornalisti al Cie di Bari. E gli immigrati raccontano: «Ci danno medicine per tenerci buoni»

29- Comunicato della Barilla sull’allarme che circola in rete “grano duro eccellente per la nostra pasta”

29- Questa malattia non è la prima volta che si manifesta, risale agli anni ’60 , ma mai in maniera così capillare e violenta

29- Ieri è stata la giornata mondiale alla memoria dei lavoratori. Un rito inutile e ipocrita se non si fermano le cause

28- Mentre affonda l’italia dei sempre poveri e dei nuovi impoveriti, i bravi del capitalismo assistono dai sicuri piani alti

28- Le Regioni spremeranno dai contributi su farmaci e visite specialistiche fino a due miliardi di euro in più di adesso

28- Mentre l’economia arranca e le famiglie tagliano i bilanci, manager più pagati d’Europa e 17 milioni per il clero in divisa

28- In Parlamento e fuori, c’è chi vuole cancellare l’”anomalia” del partito soggetto di massa, usando il loro malaffare

27- In questa Italia bipartisan la corruzione, le tangenti, il clientelismo smodato sono ormai dei valori unificanti per i poteri

27- Spett.le Redazione Lavoro e Salute – Morti bianche in Italia. Dati primo trimestre 2012

27- Affari vs salute. La Barilla, non più italiana ma americana, usa grano con tassi di micotossine altissimo

27- Ciò che accadrà con l’art.18 gambizzato dal governo è anche una profonda spaccatura nelle coscienze dei giudici

27- I braccianti comunisti: i lavoratori dei vari comparti del settore agricolo manifestano la loro rabbia il 27 aprile a Catania

26- Il sogno di un popolo depresso incapace di trasformare i pensieri in realtà? Comunque, c’è mai stata questa fiducia?

26- Residenze per anziani, poco personale e carichi di lavoro: gli anziani pagano anche in salute. E in Piemonte 30mila in attesa

26- L’età minima per la pensione di vecchiaia delle donne ed è destinata a salire nel tempo. Che fare?

26- Il vivo e miltante ricordo della Rivoluzione dei garofani in Portogallo. Una memoria storica che molti italiani hanno perso

25- Un Paese senza memoria è un Paese senza futuro, nel quale possono delinquere i poteri legalizzati e illegali

25- Il comitato sardo Stop Opg: no alla costruzione di piccoli manicomi mascherati da strutture terapeutiche

25- Torino, i lavoratori dei servizi sociali senza stipendio da oltre 3 mesi, in condizioni economiche gravissime. Da lavoratori a utenti dei loro stessi servizi?

25- Roma, l’Anpi restituisce al 25 aprile tutto il suo valore contestativo, il valore di una festa che da sempre disturba il potere

24- Rispettiamo la memoria di uomini e donne che ci hanno donato la libertà, resistiamo a tutti i costi alla barbarie bipartisan

24- L’ordine del Fondo Monetario Internazionale (la direzione strategica delle bande ai governi occidentali) ci deve allarmare o no?

24- Cuba non può acquistare farmaci anti-tumorali per i bambini colpiti dal cancro. Gli USA usano ogni arma per i loro crimini

24- La politica quando non funziona, e non funziona quando si eleggono le persone sbagliate, diventa tecnica. Ecco L’Itaglia

23- La Gabaneli ci ha Report/ato chi è questo individuo che si aggira per le stanze di un potere regalatogli da loschi figuri

23- Reportage. Le due Italie al tempo della crisi. “Prendo mille euro, ma do una mano alla mia famiglia. Ne vado fiera”

23- Applicazioni pratiche dello stoicismo liberista:oggi ai nostri figli e nipoti andrebbe dispensato un «corso triennale in privazioni salariali»

23- Avremo rifiuti speciali nascosti praticamente ovunque, e senza possibilità di difenderci, ecco la legge di Clini

22- Casini, il dannoso vuoto pneumatico della politica? Purtroppo non è il solo, ce ne sono talmente tanti da esportare come rifiuti

22- Le donne si accollano il doppio lavoro (domestico e sul mercato) e vedono anche ridursi la possibiiità di lavoro

22- Abbiamo visto giovani nati e cresciuti in Italia che sono stati chiusi in un Cie perchè i loro genitori hanno perso il lavoro

22- La diminuzione complessiva dei salari, dei diritti e delle tutele indebolisce oggi tutti i lavoratori, dipendenti o atipici

21- Il simbolo della commistione fra politica confessionale e affarismo imprenditoriale, sottocopertura berlusconiana, crolla o no?

21- Roma, il 5 maggio manifestazione contro il massacro dei cani in Ucraina. Porta il tuo cane e un pallone

21-  In Italia UniCredit si tinge di retorica verde ma all’estero finanzia centrali a carbone, uno dei killer dell’ambiente

21- Governo della paura. L’austerity declinata con misure squilibrate avrà dei danni rilevanti nel patrimonio di salute della popolazione povera

21- Anche la situazione europea presenta ancora molto lavoro da fare per migliorare la vita dei suoi Cittadini con disabilità

20- Aver fatto dei valori di civiltà, della cultura e degli ideali una torbida miscellanea è la grande opera del grasso capitale

20- Basta con “vu cumprà”, “clandestino”, “badabte”, “zingaro”. Le linee guida dell’Ordine dei giornalisti, Saranno applicate dai sudditi dei poteri?

20- Esodati. Non pensate che faccia rima baciata, per esempio, con fregati, ingannati, derubati, mazziati, intrappolati?

20- Il Paese della vergogna: un governo che prende un provvedimento del genere è fuori di testa. Un errore? Ipocriti!

19- Ci può essere un Presidente, con una storia di sinistra, più socialmente cieco e più protettore dell’elitè politica?

19- Fassino privatizza i nidi a Torino. E la rabbia di educatrici, maestre e genitori è esplosa lunedì pomeriggio davanti al palazzo del Comune

19- Libri & conflitti. Il grande cavallo blu. Un giorno Franco Basaglia decide di slegare tutti i malati e abbattere quelle cancellate.

19- Come i morti sul lavoro anche i suicidi sono archiviati come inevitabili? I respondabili? I poteri criminali e media ipocriti!

18- La storia ce la stanno riscrivendo addosso in nome di una presunta crisi economica. Solo uscendo fuori dalla paura ci salviamo

18- Stato stragista, anche di diritti. La bomba: per il lavoro ai giovani in cerca di lavoro bisogna toglierli a chi già lavora

18- Lettera di una mamma di una ragazza suicida. Il grado d’inviciltà di questo Paese si misura ormai con la morte degli onesti

18- L’antipolitica avanza e distrugge l’intelligenza. Vedi Grillo con i suoi urli “al popolo” tanto graditi ai poteri

17- Non c’è strage in Italia che non abbia visto la partecipazione di pezzi dello Stato. Questo il DNA dell’Italia di oggi

17- Le parole di Ilaria Cucchi, in lotta con chi non si rassegna agli omicidi di Stato, Come le famiglie Aldovrandi e Uva

17- Non importa dove sono, fanno sempre un bell’ospedalino, come il Santa Rita, dove ti operavano anche da sano per far cassa

17- Malati di SLA. “Ripristinare fondo non autosufficienza”. Rifondazione a fianco: “Siamo con loro. Diritti non sono un lusso”

16- Il popolo palestinese ha un’altro simbolo eterno, nel suo cammino per la vita. Il ricordo di Vittorio fino alla vittoria

16- Nel Paese dei zombi al potere, la strage continua ma ci sono anche i suicidi sia di lavoratori che di onesti imprenditori

16- La via crucis della gravidanza. La legge contro la clandestinità dell’aborto che mette a rischio la salute e la vita delle donne, in Italia non è sopportata

16- Nel paese della bugia la verità è una malattia? Questi professoroni del potere hanno capito subito il giochetto

16- Solo la rabbia genuina della massa popolare, rimasta ancora immune dall’ipocrisia, può estirpare queste larve

15- I suicidi di tante persone fanno da contraltare al terrorismo dei media sulla crisi, nella quale loro e i loro padroni sguazzano

15- Le mostruosità del maggioritario possono essere sotterrate solo dalle mani gli italiani. Democrazia o morte!

15- Lo scandalo di corruzione in cui immersa la Lega è poca cosa rispetto alla corruzione delle coscienze che l’ha fatta nascere

14- La violenza contro le sane parole dello scrittore tedesco Gunter Grass, sono la cifra della pericolosità di Israele per la pace nel mondo

14- Su Report, domenica 15 aprile, una vicenda emblematica dell’Italia di oggi, un lavoratore licenziato per aver fatto il proprio dovere di cittadino onesto

14- Manipolazione di internet da parte delle consorterie al potere per creare obbiettivi fumosi, anti piazza, da dare al popolo

14- Taranto, uno sversamento di carburante da parte di un mercantile ha fatto temere il peggio. Ma deve ancora venire

13- Che uomo è, uno che su mandato di bande criminali rasa al suolo diritti di vita nella terra natia, non ha nessuna vergogna?

13- Disoccupazione over 45. E ci martellano per convincerci che la colpa della disoccupazione giovanile é del posto fisso e dell’art. 18

13- Uno spot sessista. Non lasciare che siano solo le donne, singolarmente o collettivamente, a parlare. E’ un compito di tutte le persone libere

13- Ci vogliono far finire come la Grecia, la Spagna e il Portogallo? Allora muoviamoci prima che sia troppo tardi per ribellarsi

12- E’ forse un’utopia sperare in una ribellione di massa sul criminale utilizzo che le bande usuraie fanno dei nostri risparmi?

12- V’invio un comunicato stampa dell’ associazione Salute Pubblica sull’ultimo morto da lavoro del petrolchimico di Brindisi

12- G8 di Genova 2001 e il film “Diaz”. Chi pensa che la memoria sia un campo di lotta è bene che legga con attenzione questo articolo

12- La Val Susa resiste. L’intera zona è ultramilitarizzata ma la resistenza non si è fermato con iniziative di solidarietà fino a Palermo

11- Firmano una cambiale in bianco alla banda delle banche europee, falsificando la firma del popolo italiano.

11- Boicottiamo i centri commerciali che apriranno il 25 aprile e il 1° maggio.

11- Salute mentale: un disastro, uno stravolgimento di quello che doveva essere il processo di superamento degli OPG

11- Lega nuda e le lingue stracciate dei grandi commentatori, grandi esperti e politologi, e strateghi della stampa di regime, a prescindere

10- L’Italia dei residui diritti sociali, della restante partecipazione politica, della decenza, macellata con tagli chirurgici

10- No TAV. Il futuro nostro e di tutti. Dei giovani condannati alla precarietà, degli anziani cui è negata una vecchiaia dignitosa

10- Il comune linguaggio italiano tradisce una concezione della disabilità molto distante dalla ragione. Un ampio dossier

10- G8 Genova 2001. Quello che il regista di “Diaz” fa vedere è ciò che finora avevamo solo immaginato….e che stiamo vivendo

9- L’alternativa che questo sistema cattocapitalista offre a donne e uomini di buona volontà: o soffrire sulla croce o suicidarsi

9- Lega, i grossi e grassi media tentano di minimizzare un fenomeno socialmente criminale per affrancarsi dalle loro responsabilità

9- E’ un modo di guardare alla politica, al governo ed alla democrazia degno di un tiranno di altri tempi o del leader militare

9- “Facciamo appello perché quel giorno e per tutta la settimana, settimana di lotta popolare No Tav, ci diate appoggio”

9- Acquisto aerei F35: mentre si tagliano, massacrandole, le spese agli enti locali, al welfare, al lavoro, alle pensioni…….. Cose da malviventi!

9- Acquisto aerei F35: eppure nel governo e nei clan che lo tengono in vita sono tutti credenti, cattolici, cristiani…. Non sarebbero da scomunicare?

8- Il suicidio dell’antipolitica. Pericolosa tentazione di trasformare in normalità i governi tecnici rinunciando alla democrazia

8- Governo di schiavismo sul lavoro in Italia e guerrafondaio alle dipendenze USA, con ovvio sostegno bipartisan

8- Dal 23 al 27 aprile campagna europea di informazione sui centri di identificazione ed espulsione per migranti, un appello

8- Italia vs civiltà. Le bande Berlusconi/ Monti, con i loro mandanti e sostenitori, hanno dato poteri di schiavismo sul lavoro

7- Una cruda riflessione contro le demagogie dell’antipolitica e per denunciare le dittature dei mercati

7-E’ in atto un’ignobile privatizzazione della gestione dei   centri di accoglienza per rifugiati e richiedenti asilo

7- Impedire una legge che darebbe poteri senza precedenti di spiare tutti gli utenti di Internet. Subito dopo in Italia

6- Gli italiani sono deficienti e ignoranti, lassi e incapaci di cambiamenti, masochisti clinici e ignavi a dismisura?!?!?!?

6Italia 2012: 50 disoccupati, 20 pensionati, 30 imprenditori (onesti) si sono suicidati, 2 morti al giorno sul lavoro……

6- Un Paese alla deriva sociale, politica e umana: nella TV pattumiera la vittima preferita è la dignità della donna

6- Un’idea partorita nel movimento “Imprese che resistono”, nato nel 2009 quando è iniziata la mancanza di lavoro

6- In Europa milioni di persone in marcia contro lo schiavismo del mercato, in Palestina il popolo marcia contro l’annientamento

5Perchè mai dopo lo scandalo ci dovrebbere essere il tramonto della Lega? I suoi elettori sono ingenui come i berlusconiani?

5- Comunicato stampa. Un giorno di lutto per i cittadini di San Severo (FG) che hanno a cuore la salute e il territorio

5- Italiani e migranti uccisi dalla crisi economica e finanziaria e   dai modi in cui essa è “governata” dai tecnici

5Anche la dura Elsa Fornero alla fine è costretta ad ammetterlo: “Sì questa riforma aumenta il rischio di licenziamento”.

4- Ovvio che per gli omuncoli al potere, politico ed economico, i lavoratori siano dei numeri, non è ovvia la nostra eutanasia

4 La redazione di Lavoro e Salute saluta la nascita sul web di un giornale in calabria, scomodo per i poteri legali e illegali

4- Il ricordo di tanti suicidi per disperazione maceri per sempre la coscienza degli uomini di questo violento potere

4- Il folle, per costo e utilizzo, acquisto degli aerei killer è stato approvato da un sostanziale accordo bipartisan Pdl/ Pd

3- Ci vogliono singoli individui, individualisti, per condurci alla morte come persone. Ridiventiamo massa e torniamo indietro

3- Disabili. Gravissimo l’accanimento durante una trasmissione con il solo risultato di screditare persone con certificata disabilità

3- Quando l’antirazzismo è lotta di classe. Al nord, dopo lo sciopero autorganizzato dei braccianti di Nardò

3- La capitale sabauda da città della magia esoterica e capitale della sorte capitale per i lavoratori?

2- Questa coppia politicamente insulsa fin quando potrà sperare di avere in regalo la pazienza del popolo sofferente?

2- Uno degli altoparlanti del regime berlusconiano celebra il nuovo corso montiano. Partenza da Arcore e arrivo ad Arcore

2- La critica e il dissenso sono i veri nemici dei governi gemelli Monti/Berlusconi. Questa lettera ne è la conferma

2- Primavera lampedusana. Da chi a Lampedusa ci vive arrivano i segnali di quanto sta accadendo e di quello che potrebbe accadere

1- La fine degli uomini di potere senza più armate logistiche o i poteri che macerano i loro uomini fuori dai giochi?

1- Quartiere Gerbido a Torino, un’altra morte sul lavoro nella costruzione del cosiddetto “termovalorizzatore”

1- Redditi: crudi numeri confermano che siamo veramente una Repubblica fondata sul vergognoso sfruttamento del lavoro reale

1- Storie di violenza statale. Ennesima fuga dal centro la scorsa notte. Accuse gravi nei confronti delle forze dell’ordine