francocilenti

Archive for dicembre 2010|Monthly archive page

LA RISORSA SALUTARE DEGLI INFERMIERI MIGRANTI

In Senza categoria on dicembre 25, 2010 at 6:49 pm

Stop agli infermieri stranieri? Per sfruttare di più quelli italiani e ridurre ancora la sanità pubblica

Sfatiamo un becero luogo comune: non esiste un conflitto d’interessi con gli infermieri italiani, esiste invece un vuoto nei reparti e servizi che neanche la monetizzazione delle risorse umane rimanenti riesce più a coprire.  Cerchiamo di dare un quadro reale delle precarie condizioni nelle quali si trovano migliaia di professionalità ed esperienze che arrivano da altri paesi e che vorrebbero stabilizzarsi nelle nostre strutture di assistenza e cura.

Come è noto, le nostre strutture sanitarie soffrono da anni di una pesante carenza di professionalità, in particolare infermieri ma non solo (si veda l’esternalizzazione delle cure fisioterapiche, causa mancanza di fisioterapisti). Una carenza ormai cronica che condiziona turni di lavoro e qualità dell’assistenza. Oggi l’Italia è il penultimo Paese in Europa per rapporto infermieri-abitanti (5,8 per mille), seguito dalla Grecia.

Da dieci anni si lancia l’allarme e si è anche quantificato in oltre 100.000 infermieri il fabbisogno delle nostre strutture pubbliche. Un bisogno che a oggi trova molti ostacoli burocratici nelle istituzioni preposte, culturali e corporativi in molte realtà di lavoro.

I 35.000 infermieri che oggi operano a fianco dei loro colleghi italiani sono un numero fortemente insufficiente per avvicinarsi agli standard europei. Ci si chiede perchè di fronte ad un bisogno non si utilizza direttamente un’opportunità che ci viene offerta seppur dietro una migrazione costrittiva. Invece, per incapacità gestionali da parte delle amministrazioni, ipocritamente giustificate da scelte politiche nazionali e locali indicatrici di tagli al personale, si sceglie di ricorrere alle agenzie di lavoro interinale, che spesso fanno le selezioni direttamente all’estero, o a cooperative create da infermieri stranieri già presenti in Italia. Tali scelte aziendali danno luogo a impieghi poco chiari anche sotto il profilo professionale in quanto l’unica garanzia di “qualità” è il capitolato d’appalto, dietro il quale si nascondono situazioni e vissuti di sfruttamento che inficiano anche le capacità dei singoli inviati negli ospedali.

Il bisogno di lavoro porta gli infermieri a diventare vittime di un racket vero e proprio. Lo si deduce dalle denunce arrivate da più parti. Oltre i casi, pochi, trattati dalle cronache giornalistiche c’è “l’Associazione degli infermieri stranieri in Italia” (un’organizzazione nata per dar voce agli infermieri sfruttati) a denunciare quanto accade nelle cooperative di stranieri (ma anche di privati italiani). I migranti infermieri, devono pagare una forte somma per avviare le pratiche (somme che ammontano anche a migliaia di euro pagati ad organismi statali e intermediari) quindi una volta arrivati in Italia sono costretti a turni massacranti e a cedere alla cooperativa che li hanno assunti una parte consistente di stipendio.

L’impiego di infermieri stranieri in Italia è caratterizzato da forti differenze territoriali. Ad esempio, è straniero il 40% dei nuovi iscritti all’Ipasvi a Torino, un terzo degli infermieri operanti presso l’ospedale Molinette e un quinto di tutti gli stranieri della Regione. Gli infermieri stranieri sono un terzo del totale negli ospedali privati di Milano, il 18% nell’Ospedale San Raffaele e il 12% nell’Istituto Don Gnocchi.  Di fronte a questo bisogno impellente per il funzionamento delle strutture sanitarie perchè non operare delle scelte che superano l’handicap provocato dall’obbligo della laurea dalle stesse lungaggini burocratiche?  Affianchiamo una scuola che mutui le vecchie scuole infermieristiche, soppresse con troppa superficialità!

In Piemonte una proposta è stata fatta da tempo da Rifondazione Comunista. Si propone l’istituzione di un Istituto Tecnico Sanitario che diplomi infermieri senza essere in contrasto con l’attuale regime di laurea breve.  Di questa fascia di infermieri ne abbiamo un drammatico bisogno, e non solo in Piemonte, per capirlo basta scorrere gli elenchi degli organici infermieristici nei reparti. Organici ridotti al minimo ben oltre gli aridi standard di assistenza previsti.

Speriamo che il bisogno aguzzi l’ingegno delle istituzioni regionali, anche sulla scia della scelta fatta recentemente, speriamo non solo come lodevole intenzione, dal Ministero che ha deciso un percorso facilitato per le procedure d’ingresso e un iter burocratico più breve, ache per l’equipollenza dei titoli di studio conseguiti all’estero. Non ci vorranno più di 30 giorni (come previsto dal testo unico per l’immigrazione per i  lavoratori altamente specializzati) rispetto agli attuali 90 giorni previsti. Mentre per infermieri, medici e altre figure sanitarie provenienti da Paesi comunitari il riconoscimento dovrebbe essere automatico.

Franco Cilenti

da  “Speciale infermieri migranti”  http://www.lavoroesalute.org/images/pdf/les_cinque_torino_2010.pdf  –  NOTA: Articolo pubblicato anche su www.migrantitorino.it/

Annunci

Periodico cartaceo dicembre 2010

In Senza categoria on dicembre 23, 2010 at 12:53 pm

clicca sull’immagine

vai su www.lavoroesalute.org

Periodico cartaceo n° 6 novembre 2010

In Senza categoria on dicembre 23, 2010 at 12:49 pm

clicca sull’immagine

vai su www.lavoroesalute.org

DOSSIER DRG il sistema escort in sanità

In Senza categoria on dicembre 23, 2010 at 12:42 pm

clicca sull’immaginevai su www.lavoroesalute.org

Blog di Lavoro e Salute – articoli dicembre 2010

In Senza categoria on dicembre 23, 2010 at 10:33 am

clicca sulla presentazione dell’articolo

31- Piemonte: arpie nelle corsie. Un ciuccio per confessare un omicidio: la terapia post aborto del Movimento per la Vita

31- Precari: i termini reali per difendere il proprio contratto e per sbugiardare la pubblicità televisiva del governo

31- Questa Italia. Intervista a Giancarlo Majorino poeta, critico letterario, presidente della Casa della poesia di Milano

30- Il sessantotto, l’utopia reale di una generazione che ha cambiato l’Italia. Gli anni 2000 riprongono gli stessi obbiettivi di cambiamento

30- Continuano a salire i prezzi di beni e tariffe. I rincari sottrarranno alle famiglie italiane oltre mille euro

30- Valerio Evangelisti scrittore, giallista autore di “Rex Tremendae Majestatis”, a sostegno del quotidiano Liberazione

30- Meglio una vita da pecorari che un giorno da ladroni. Ma siamo in minoranza in Italia a pensarla così. E il discrimine tra la civiltà e la barbarie oggi imperante

29- Incredibile immobilismo di un sindacato sotto il fuoco nemico. Sono in gioco anche le ragioni di un sindacato libero

29- Una piccola vittoria degli operai che la Thyssen voleva far sparire nel dimenticatoio della disoccupazione

29- Loriano Macchiavelli giallista, inventore della serie dedicata a Sarti Antonio, a sostegno del quotdiano Liberazione

28- 2011: stare a guardare è da vigliacchi, ripararsi nel qualunquismo è da incoscienti, delegare al popuilismo è letale

28- Sanità in Puglia: ieri, oggi e domani la protesta in Puglia in difesa del lavoro e della salute dei cittadini

28- Il disagio della classe media: firma condizioni di pagamento che poi non è in grado di rispettare

27- La paurosa genialità di Tremonti. Ma perché la bozza del cosiddetto “Decreto Milleproroghe” parla di 400 milioni di euro per il 5 per mille?

27- Gli studenti fanno paura? E’ normale che il governo e la borghesia reazionaria siano preoccupati, non è normale che lo siano anche altri

27- L’Omelia di don Gallo alla Messa di Natale 2010 nella Chiesa di San Benedetto al Porto di Genova

26- Gli Operai superstiti della Thyssenkrupp di Torino puniti per le loro opinioni contro la multinazionale sotto processo

26- La “sana laicità” filoclericale del Cavaliere di Arcore non ricorda quella del Cavaliere di Predappio?

26- Un commento alla nota della Società Italiana di Neurologia sulla dipendenza dal cibo

25- Chiesa e politica: con quale morale, con quella di Berlusconi come individuo e come uomo pubblico?

25- Come da sempre neanche il Natale ferma i crimini israeliani contro la popolazione palestinese

25- Spett.le redazione LavoroeSalute. Riceviamo, dall’Osservatorio per la sicurezza sul lavoro, e volentieri pubblichiamo

25- Cgil “Lo sciopero generale? Mancano le condizioni” Incredibile immobilismo che oggettivamente aiuta governo e soci

24- Un Paese orfano della democrazia è un Paese senza i comunisti in Parlamento e un popolo di sinistra poco lucido nelle scelte

24- Il fascismo chiudeva i giornali di opposizione per legge, Berlusconi lo fa strangolandoli

24- E’ partita la campagna, in TV e sui giornali, da sei milioni di euro della lobby atomica per convincere gli italiani

23- Solidarietà e sostegno ad Anna Vitale che ha perso il suo compagno in un incidente sul lavoro il 26 luglio 2007 ad Avellino

23- Cinque milioni di pensionati con 500 euro al mese. Il sindacato tace, i pensionati si considerano fortunati nel percepire l’assegno

23- Bankitalia: il 10% possiede il 45% della ricchezza. Certificazione di un quadro in realtà ancora peggiore

22- E’ più violento chi spacca per rabbia una vetrina o chi non salvaguarda la vita dei lavoratori, o chi affama le famiglie?

22- La maturità del movimento degli studenti e la violenza di individui al governo folli e immaturi per uno Stato democratico

22- Un individuo cresciuto nella melma dell’apologia del fascismo, un reato contro la Costituzione e quindi da perseguire

22- La Cgil non convoca lo sciopero generale e lancia le “marce del lavoro” , dimostrando una preoccupante inadeguatezza

22- Il berlusconismo lotta contro e dentro di noi. E’ il volto segreto di tanti di noi, diventati i portatori sani del virus

21- Natale: sprechi, spazzatura, consumismo inutile e dannoso. Eppure si può correre ai ripari

21- Riceviamo e volentieri pubblichiamo da Osservatorio Sicurezza sul Lavoro. Spett.le redazione Lavoro e Salute.

21- Solo poche tra le donne e gli uomini con disabilità possono permettersi di vivere in modo libero e autodeterminato

21- Processo Sovay. Al tribunale di Alessandria desolante giornata per la giustizia, ma lavoratori e famiglie delle vittime non si arrendono

20- Comunicato. Presidio degli operai ThyssenKrupp martedi 21 dicembre ore 9.30

20- Italiani più poveri: l’indebitamento medio dal 2008: + 28.7% mentre ir ricchi gongolano e gli usurai prosperano

20- Il lavoro per la salute di Medici Senza Frontiere nei Paesi martoriati dalla povertà e dalle guerre

20- Daspo e arresti preventivi per bloccare la protesta generazioanle? Mossa infantile di governanti folli e disperati

19- Liberi di manifestare la nostra condizione di esclusi da un futuro dignitoso. Appello scritto da lavoratrici e lavoratori

19- Italia anno 2010. Un labirinto insidioso per le libertà, tra orge di palazzo a destra e manca, e ipocrisia servile dei media

19- Parla il sociologo Marco Revelli, uno di quei pochi intellettuali che non si è venduto alla destra e al liberismo soft

18- La ribellione in Italia, Paese che più degli altri nega e reprime il futuro ai giovani, trova conferma nei dati europei

18- Testimonianza della madre di Carlo Giuliani a sostegno della ribellione studentesca, dopo una vita nella scuola

18- Facebook “blocca” gli amministratori del sito “Noi con gli studenti”. Italia al 26° posto come democrazia!

18- Ribellione studendesca: caro Saviano, è ora di scendere dal pulpito, anzi non dovevi mai salirci per rispetto della lotta contro le mafie

18- Parlano i protagonisti dell’assedio alla zona rossa del 14 dicembre: “così miriamo a rompere solitudine e subordinazione”

17- Marco Travaglio, “La Repubblica”, “Il Fatto Quotidiano”. Perchè non andate a nascondervi?

17- Lettera a Napolitano di Daniela Rombi, mamma di una giovane morta nella strage di Viareggio

17- ….credo davvero che ormai la possibilità di un mondo migliore sia solo nelle mani di chi sta in basso.. Lettera aperta ai politici italiani

16- ThyssenKrupp: le richieste del PM Guariniello rappresentano una giusta condanna della strage e un monito alle imprese

16- La ribellione dei senza futuro spaventa un potere corrotto e imbelle al quale si accodano anche i grassi media

16- Nicola Grigion direttore di meltingpot.org a sostegno del quotidiano Liberazione

16- Due circolari del ministero e dell’Inps evidenziano le restrinzioni e le eliminazioni contro la disabilità

15- Lo sciopero generale è la scossa salutare e profonda che può ridare una chance alla democrazia

15- Stralci di cronaca della grande giornata di lotta nel giorno della vergogna di un governo di corrotti e corruttori

15- Al mondo solo in Italia ci sono leggi che permettono la corruzione e un governo che la sponsorizza come libertà

14- Quella di oggi è una vittoria di Pirro. La vera opposizione in piazza. Ora elezioni anticipate senza trucchi bipartisan

14- La probabile crisi di questo governo è stata costruita con destrezza dai poteri forti per stabilizzare il berlusconismo

14- Esportazione di armi, l’unico successo del governo Berlusconi nel mondo, alla pari dei suoi festini e processi

14- Alla vigilia dell’Anno europeo per il volontariato la rivista di Caritas italiana traccia il futuro delle politiche sociali

14- Ponte sullo Stretto: numerose inchieste di diverse procure hanno palesato come le cosche locali puntino ad inserirsi nei sub-appalti

13- Almeno nell’evasione fiscale eravamo i primi in Europa e ci confermiamo con un aumento del 10% in più

13- Dietro la compravendita dei voti l’inconfessabile attrazione dei giustizialisti per il berlusconismo

13- In un libro, analisi, senza sconti per nessuno, sulla società italiana del sociologo torinese Marco Revelli

13- Tre anni fa la strage alla ThyssenKrupp di Torino. Il 14 dicembre le richieste di condanna contro gli imputati

12- Importantissima informazione per chi parteciperà alla manifestazione del 14 a Roma

12- In Inghilterra come in Italia, non è un caso che siano gli studenti i primi a lottare sul serio.E’ in gioco il futuro

12- Massoneria, ieri e oggi un sistema rapace, e capace di influenzare corpi dello Stato. l’inchiesta della Procura di Roma

12- De Benedetti, l’altra parte dei poteri dominanti, come Berlusconi: cambiano i media ma la ricetta è la stessa

11- Per nuovi armamenti il governo aumenta il finanziamento di 3,5 miliardi in più

11- Tagli nella legge di “stabilità” contro famiglie, giovani e disabili

11- Napoli: gli operatori sociosanitari occupano una struttura sanitaria contro il taglio ai servizi. Corteo il 14

10- “Sinistra l’immaginario sui migranti va cambiato”. intervista a Igiaba Scego, scrittrice italosomala

10- Una cruda riflessione sulla critica agli appelli di solidarietà

10- Immacolata e precaria, la festa dei manganelli a Napoli

9- Ritorno alla figura di “angelo del focolare” tanto sponsorizzato da chiesa e fronte moderato e iperfamilista

9- La storiella di un emergente leader costruito nei salotti televisi. Ecco un esempio di berlusconismo senza Berlusconi

9- Quando il pressapochismo si accolla la responsabilità dello sfascio con scelte scellerate. Ma il passato non insegna…

9- Alla Lega non sembrava vero di poter stringere un cappio al collo dell’immigrato di turno e della sua comunità intera

8- Piazza Fontana dicembre 1969 – Brescia 1974 – Genova luglio 2001 Il 16 dicembre a Milano, per non dimenticare

8- I governi respingono la proposta del Parlamento europeo sul congedo maternità di 20 settimane al 100% della paga

8- L’ Italia grigia di Fini e Casini, una sfumatura dell’Italia annerita da Berlusconi, Lega e Marchione. E il PD cincischia…

7- Tre anni fa la strage sul lavoro alla Thyssen di Torino. L’8 dicembre una manifestazione per non dimenticare

7- Ricordatevi di non fare regali di Natale a chi ha infilato nella legge sulle intercettazioni l’emendamento sulla «violenza sessuale di lieve entità» nei confronti dei minori

7- Che volete che importi al baraccone politico-mediale, di migranti arrampicati su una gru e prontamente espulsi?

6- Una societa malata terminale accenna un risveglio. Ma il virus aggredisce anche i sani col grillismo, dipietrismo e vendolismo

6- Maria Nadotti Giornalista, saggista e traduttrice. Ha curato il volume “Dieci in paura”

5- Dietro il volto efficientista dei massimi dirigenti della Lega Nord, la pratica arruffona e affaristica del loro DNA craxiano. Un libro

5- Il governo usa l’anniversario di Eluana: non piace all’Università cattolica. Giornata “vegetativa”, un boomerang

5- Stop agli infermieri stranieri? Per sfruttare di più quelli italiani e ridurre ancora la sanità pubblica

4- Tagli al 5xmille? Gli italiani sono stati già colpiti ferocemente dai tagli a previdenza, assistenza, sanità, scuola e ricerca

4- In Veneto 869 milioni di euro, in Emilia Romagna 861, in Toscana 830, in Liguria 256, in Piemonte 924 e in Trentino 65; ecco il costo del lavoro di assistenza non pagato

4- Italiani nel mondo, aumenta la fuga dall’Italia di giovani e donne senza opportunità di futuro

3- Fadil e sua moglie sono arrivati in Italia 5 anni fa. La miseria accomuna migranti e italiani vittime dei miserabili al potere

3- Sicurezza sul lavoro: UE contro l’Italia. Il dossier che verrà esaminato a gennaio è partito dalla denuncia di un RLS. Intanto altri due morti sul lavoro

3- “Uniti contro la crisi” in piazza il 14 dicembre «Contro e oltre Berlusconi»

2- A Milano in 5 all’inizio, a 45 metri di altezza, su una torre hanno imposto non una lotta disperata. Arriva la vendetta leghista

2- Aids: l’Italia manca la meta, pochi fondi e scarsa prevenzione. Il 30 per cento scopre di essere affetto allo stadio conclamato

2- Acqua del rubinetto all’arsenico. Intervista al Salvagente dell’esperta dell’Associazione italiana medici per l’ambiente

1- Un prossimo governo dopo Berlusconi ci assicurerà un berlusconismo soft in economia? Se questi sono i chiari di luna…

1- Aids e donazione sangue: puntare il dito contro presunti “untori” aumenta il rischio di messaggi fuorvianti

1-dicembre Le ovvietà nelle “rivelazioni” di WikiLeaks usate per creare allarmismi strumentali. I veri segreti restano blindati